News

8 Maggio 2023

Mercato settimanale Tuscia in Bio, a partire da mercoledì 10 maggio. Attenzione al divieto di sosta a Valle Faul (lato parco)

Valle Faul (lato parco), attenzione al divieto di sosta con rimozione forzata per tutte le categorie di veicoli, tutti i mercoledì, a partire dal prossimo 10 maggio fino all’8 novembre, dalle ore 12 fino alle ore 21. Il provvedimento ( ordinanza n. 286 del 08-05-2023), necessario per consentire lo svolgimento del mercato settimanale pomeridiano Tuscia in Bio, interesserà la porzione dell’area adibita a parcheggio antistante i civici 6 e 8 della stessa via. L’area interessata sarà delimitata da apposita segnaletica.

La versione integrale dell’ordinanza è consultabile sul sito istituzionale www.comune.viterbo.it sezione albo pretorio.

« di 2 »

Ultimi articoli

News 13 Aprile 2024

Dal 1 al 5 maggio la nuova edizione di San Pellegrino in Fiore

Presentata questa mattina a Palazzo dei Priori l'edizione 2024 di San Pellegrino in Fiore. All'interno della news il programma delle iniziative che si susseguiranno dal 1 al 5 maggio 2024.

In evidenza 12 Aprile 2024

Riqualificazione pavimentazioni di Viterbo, iniziati lavori (in notturna) su strada Teverina

Proseguono rapidamente gli interventi di riqualificazione delle pavimentazioni sul territorio comunale. Da ieri sera, in orario notturno (dalle ore 20 alle ore 6), si lavora su strada Teverina, nel tratto che va dallo svincolo per la circonvallazione fino a via F. Baracca, incluso l'incrocio a ridosso dei binari della ferrovia.

News 12 Aprile 2024

FAQ – 7 maggio 2024, informazioni utili. Aggiornamento del 12 aprile 2024

In risposta alle domande più frequenti poste dai cittadini in merito alla giornata del 7 maggio. All'interno della news una serie di informazioni utili.

News 12 Aprile 2024

Bonifica ordigno bellico, il raggio della “zona rossa” ridotto da 1800 a 1400 metri

Bonifica ordigno bellico, il raggio della “zona rossa” ridotto da 1800 a 1400 metri. La riduzione della “zona rossa” è una delle principali novità emerse dalla riunione tecnica tenutasi nella mattinata di ieri tra la Prefettura, il Comune di Viterbo, la Questura e gli artificieri dell'Esercito Italiano.

torna all'inizio del contenuto