News

28 Giugno 2023

Presentata la 58esima stagione teatrale di Ferento

Quattro prime nazionali, quattro straordinari concerti, due classici della drammaturgia greca, ventuno appuntamenti:  è il cartellone di Ferento Teatro Festival  2023, giunto quest’anno  alla 58esima edizione. Organizzato da Consorzio Teatro Tuscia con la direzione artistica di Patrizia Natale, il patrocinio e il supporto di  Comune di Viterbo, Fondazione Carivit, Unindustria,  Ance e dal Touring club di Viterbo, si svolgerà come da tradizione al Teatro romano di Ferento, con sette spettacoli che, invece, avranno come sede l’area delle antiche terme, preceduti, grazie al supporto dell’associazione Archeotuscia, da una visita all’intera area archeologica.

La stagione sarà aperta dalla musica: venerdì 14 luglio alle 21.15 nell’antico Teatro romano è in programma   il concerto dell’Orchestra giovanile “Ars Nova” di Viterbo  di recente  costituzione e composta da 50 musicisti , che già ha ottenuto successi  in varie esibizioni.

Il giorno successivo, sabato 15 luglio (ore 21.15 sempre nel Teatro)  in prima nazionale Opera Extravaganza si esibirà in “Otone, il destino di un imperatore” rievocando la vicenda di un  personaggio la cui famiglia era di Ferento, che nel  69 dopo Cristo, dopo la morte di Nerone, fu uno dei  quattro imperatori  succedutisi  nel breve volgere di pochi  mesi.

Primo appuntamento nell’area  Antiche terme lunedì 17 luglio (ore 19.30) con “La tempesta” protagonisti Sebastiano Tringali e M.D.A. Ensemble, regia e coregrafia di Aurelio Gatti. Una «tempesta» di emozioni che coinvolgono gli spettatori  trasportandoli simbolicamente su quelle carrette del mare, immersi  nel buio, in balia delle onde, dove gli attimi diventano  l’eternità

Ancora una prima nazionale martedì 18 luglio (Teatro romano ore 21.15)Pino Quartullo e Francesca Reggiani saranno gli interpreti  di  “La vera storia di Ulisse e Penelope” un testo sorprendente tratto dal romanzo “Itaca per sempre” di Luigi Malerba.

Un classico moderno andrà in scena giovedì 20 luglio (Teatro romano, ore 21.15). E’ il testo di Bertold Brecht ”Puntila e il suo servo Matti” con Massimo Venturiello  e Biagio Musella.  Protagonista della   commedia, dallo stesso autore definita popolare, è il ricco proprietario Puntila, dalla condotta bifronte. Sotto gli effetti dell’alcool diventa  estremamente comprensivo, generoso, quando è lucido invece rivela il suo reale volto trattando i suoi dipendenti dall’alto in basso, diventando   dispotico.

Attesissima la prima nazionale di un classico della drammaturgia greca venerdì 21 luglio (Teatro romano ore 21.15) “Ecuba” da Euripide con Paola Quattrini adattamento e regia di Livio Galassi. . La tragedia di Ecuba, il suo inconsolabile strazio per la perdita dei suoi cari, della patria, della propria dignità, non è relegata in un mito lontano ma echeggia, purtroppo, di sconsiderata attualità.

Nell’area Antiche Terme domenica 23 luglio, ore 19.30 il ricordo di un personaggio singolare “Vicino Orsini, un parco da sogno” del quale quest’anno si  celebrano i 500 anni della nascita. Il giornalista e saggista Giuseppe Rescifina  ricostruirà la sua figura attraverso la biografia scritta dall’argentino Manuel Mujica Lainez. Gli intermezzi  musicali sono affidati  alla magnifica voce di Noemi Nori, tra le più brillanti interpreti  dei motivi sudamericani, accompagnata dal musicista Massimo Lattanzi.

Un grande ritorno a Ferento di una delle più simpatiche interpreti  italiane, Anna Mazzamauro. Lunedì 24 luglio (Teatro romano ore 21.15) l’attrice sarà protagonista di  “Com’è ancora umano lei, caro Fantozzi”, un monologo attraverso il quale restituisce al pubblico il ricordo del leggendario genio della comicità italiana. “Se all’improvviso chiudo con nostalgia gli occhi della memoria – afferma la Mazzamauro – mi ritrovo di fronte, come uno specchio appannato dal tempo, gli occhi innamorati del ragionier  Ugo Fantozzi”.

Martedì 25 luglio nell’area Antiche Terme alle 19.30 andrà in scena “Le tre verità di Cesira” nell’interpretazione di Rino Di Martino per la regia di Antonello De Rosa. E’ una piéce nella quale Cesira, nota venditrice di limonata dei Quartieri Spagnoli a Napoli, viene intervistata da un cameraman, a cui racconta tre diverse versioni di una storia.

Il giorno successivo, mercoledì 26 luglio  (Teatro romano, ore 21.15) sarà la volta del notissimo Paolo Rossi  che, accompagnato alla chitarra da Emanuele dell’Aquila, porterà in scena “Stand Up Omero”, progetto e regia di Sergio Maifredi. L’attore legge l’Odissea e aggiunge alle parole di Omero le sue personali  considerazioni, in una visione del mondo capace di legare passato e presente.

Venerdì 28 luglio nell’area  Antiche Terme (ore 19.30) toccherà a Massimo Verdastro con “L’angeli ribbelli” , un testo tratto  dai “sonetti biblici” di Giuseppe Gioachino Belli alla poesia di Trilussa con la partecipazione di Giovanni Canale alle percussioni. Sono parole taglienti, dissacratorie e umanissime di due tra i più grandi poeti  e scrittori italiani, che in tempi  storici diversi  hanno entrambi  elevato la lingua dialettale romana, o meglio il “parlar romanesco”, verso vette poetiche mai più raggiunte.

Sempre nell’area  Antiche Terme lunedì 31 luglio (ore 19.30) andrà in scena “Il bagno”  con Francesca Farcomeni e Francesco Zecca.  E’ il terzo quadro di un progetto più ampio dal titolo “Da soli non si è cattivi” tratto dalla drammaturgia e dai racconti di Tiziana Tomasulo. I personaggi di “Da soli non si è cattivi” sono dei poveretti  incapaci di amare. Vorrebbero farlo, hanno bisogno di farlo ma, al tempo stesso, hanno paura dell’incontro con l’altro.

In cartellone mercoledì 2 agosto, alle ore 21.15, nel meraviglioso scenario dell’antico Teatro romano il concerto dei  Pink Floyd Legend  “The dark side of the moon. 50th Anniversary”. Dopo il successo riscosso cinque anni fa i Pink Floyd Legend  tornano a Ferento per celebrare il 50° anniversario dell’uscita di “The darkk side of the moon”. Nelle due ore di concerto, oltre all’esecuzione integrale del capolavoro del 1973, i Legend riproporranno anche tutti i più grandi successi della band inglese, accompagnati  dai video originali d’epoca proiettati  sul grande schermo circolare e immersi nel nuovo disegno luce e laser.

Stefano Massini  e Luca Barbarossa giovedì 4 agosto (Teatro romano, ore 21.15) saranno interpreti di “La verità, vi prego, sull’amore”. Come nella poesia di Wystan Hugh Auden che dà il titolo allo spettacolo, così  tentano  un’indagine su cosa sia l’amore, oltre. Oltre le frasi fatte. Oltre i tutorial sentimentali, oltre la melassa dei romanticismi preconfezionati e oltre le infinite narrazioni d’amore.

Un ricordo di Ferento,l’antica città che in epoca imperiale romana fu definita “Civitas splendidissima” verrà fatto a 850 dalla distruzione dal giornalista e saggista Giuseppe Rescifina  domenica 6 agosto (area Antiche Terme, ore 19.30) con la collaborazione del gruppo “La Contesa” in costumi d’epoca. All’evento parteciperà Francesco Mattioli  già professore ordinario di Sociologia presso l’Università La Sapienza di Roma,  autore del libro “Storie ferentesi vere e inventate”, pubblicato recentemente.

Un  altro grande capolavoro dell’antica drammaturgia greca andrà in scena lunedì 7 agosto (Teatro romano, ore 21.15): “ Antigone” da Sofocle nell’interpretazione di Alessandro Haber  ed Elena Ferrantini per la regia di Fausto Costantini. La storia della leggendaria protagonista della tragedia greca viene presentata sottoforma di pièce narrativa/musicale, accompagnata magistralmente dai musicisti Sasà Flauto e Fabrizio Romano.  Antigone, ancora oggi, rappresenta il più grande esempio narrativo del contrasto dialettico tra individuo e collettivo.

Martedì 8 agosto (Teatro romano ore 21.15) toccherà a Gianluca Guidiin “Sinatra, the man & his music”. Guidi accompagnato dal Trio Jazz percorre un vero e proprio  viaggio/tributo in onore del grande artista americano. In questo racconto in prosa e musica  non mancheranno aneddoti sulla vita del mitico Frank: dai rapporti con la famiglia Kennedy alle tormentate relazioni  amorose, curiosità e l’immancabile (in questo caso un cameo) presenza “virtuale” ne i racconti, del papà di Gianluca, Johnny Dorelli.

Appuntamento con un testo classico del verismo mercoledì 9 agosto (area Antiche terme ore 19.30). Sebstiano Tringali e M.D.A. Ensemblesaranno gli interpreti di “La lupa” da Giovanni Verga  con coreografia di Carlotta Bruni. Ragione e religione sono le grandi alleate e le grandi assenti dall’orizzonte della Lupa. Un racconto che incuriosisce perché parla di libertà, ma al contempo disorienta per la condizione antropologica così estrema, che spinge a interrogarsi sulla potenza e sull’impotenza degli schemi e delle convenzioni sociali.

Giovedì 10 agosto (Teatro romano ore 21.15) in scena  Francesco Paolantoni e Stefano Sarcinelli  in “Ancora?!”. Dopo un lungo periodo da solisti, i due artisti tornano insieme  con una rivisitazione piena di novità  del  loro repertorio comico. Si rivedranno sul palco situazioni e personaggi diventati ormai  veri e propri cult per il pubblico, accompagnati  da una band di due eclettici e atipici musicisti che fanno da volta pagina ai vari quadri dello spettacolo.

Primo Reggiani venerdì 11 agosto (Teatro romano ore 21.15)rievocherà un grande innovatore dell’arte “Caravaggio,il maledetto”,adattamento e regia di Ferdinando Ceriani, tratto da “Caravaggio, probabilmente” di  Franco Molè. In poco più di un’ora di spettacolo, Caravaggio, ormai  morente, consumato dalla febbre, parla, racconta, ricorda alcuni frammenti della sua straordinaria esistenza. Sente delle voci, rivede squarci di quella Roma violenta e dissoluta in cui si è affermato.

La stagione del  Ferento Teatro Festival  si concluderà mercoledì 23 agosto nell’antico Teatro romano(ore 21.15) con il concerto della Magic Film Orchestra:   “The magical music of Harry Potter”. Un grande spettacolo con l’esecuzione dal vivo delle canzoni e dei brani musicali più celebri dell’universo di Harry Potter. Un coro, un’orchestra sinfonica ed alcuni solisti presenteranno al pubblico un ricco repertorio ricavato dalle colonne sonore dei film. Protagoniste dell’evento le musiche firmate dal quattro volte premio Oscar John Williams, da Patrick Doyle, Nicholas Hooper e da Alexandre Desplat.

La stagione è stata presentata ieri mattina a palazzo dei Priori dal vice sindaco e assessore alla cultura e all’educazione Alfonso Antoniozzi e dal direttore artistico Patrizia Natale.

 

Ultimi articoli

News 24 Febbraio 2024

Isola di prossimità n. 29 – Strada Signorino – incrocio Strada Mezzogrosso, informazioni utili

Disposizione alla cittadinanza per il conferimento dei rifiuti solidi urbani nelle isole di prossimità - modifica temporanea conferimento dei rifiuti per gli utenti afferenti all'IDP 29 - "strada signorino – incrocio strada Mezzogrosso.

Eventi 24 Febbraio 2024

Conferenza stampa consegna attrezzature sportive “Giocavamo pe’ strada”. Lunedì 26 febbraio, ore 12 – sala consiliare di Palazzo dei Priori

Interverranno: Chiara Frontini, sindaca; Emanuele Aronne, assessore allo sport e benessere; Rosanna Giliberto, consigliera comunale delegata all'educazione e ai rapporti con le scuole; Giancarlo Martinengo, consigliere comunale; i responsabili del punto vendita Decathlon di Viterbo. Saranno inoltre presenti i dirigenti scolastici degli istituti destinatari delle attrezzature, la cui consegna avverrà nei prossimi giorni.

News 23 Febbraio 2024

San Pellegrino in Fiore 2024, la nota della Sindaca Frontini

È stato completato il processo di valutazione delle proposte creative per l'organizzazione dell'edizione 2024 di San Pellegrino in Fiore, programmata dal 1 al 5 maggio. L'evento di quest'anno si distingue per diverse novità, tra cui il nuovo modello di gestione promosso dal Comune di Viterbo, che ha recentemente acquisito il marchio e si è impegnato in numerose iniziative per garantire il successo della festa nelle vie medievali della città.

News 21 Febbraio 2024

La Biblioteca Itinerante, letture a piazza San Faustino. Proseguono gli appuntamenti promossi da Parole a Km0

Proseguono gli appuntamenti della seconda edizione della Biblioteca Itinerante con le letture in piazza San Faustino, il progetto portato avanti dall'associazione Parole a Km0 - circolo Arci, sostenuto dal Comune di Viterbo e dalla Caritas diocesana provinciale e facente parte di un progetto più ampio chiamato “La Meraviglia”. I prossimi incontri, aperti a tutti, saranno giovedì 22 e 29 febbraio alle ore 16.

torna all'inizio del contenuto